A passeggio per le strade di Napoli

La prima senzazione é di gran casino… ma di un casino tipicamente italiano, nulla a che fare con altre capitali in giro per il mondo… che so… Delhi o Bangkok.
Sempre di un gran circo si parla, e probabilmente queste ultime due sono anche più confusionarie e certamente più trafficate… ma come Napoli ne vedrete poche altre.

Uno dei vicoli di Napoli

Benvenuto al sud! É proprio il caso di dirlo… il dialetto marcato e super – espressivo, le sfogliatelle alla crema calda, i cibi fritti… praticamente tutti… tutto é fritto, pure Il caffè :-). Si, ma quale caffè? Ovviamente il caffè “del Professore”, quello su piazza Del Plebiscito. E cerca di capitare proprio in quello originale (c’è il Caffè del Professore, il Nuovo Caffè del Professore, il Vero Caffè del Professore)…. d’altra parte, si sa, Napoli é anche la capitale italiana della copia e del falso… ma questo merita un articolo a parte…. Comunque, dovunque vai, il caffé é sempre… ‘o café. Caldissimo, rovente, rovente anche la tazzina, e con il bicchiere d’acqua a fianco (ovviamente incluso nel costo del caffé)… e l’acqua? Ghiacciata.

Il Caffè del Professore

Qui non ci sono mezze misure. Il calore umano é un gran calore umano, il fritto é proprio fritto fritto… la pizza é la vera pizza… e le strade…. beh… sono proprio le strade di Napoli: i vicoli con i bambini che giocano a pallone, i vestiti stesi, i fruttivendolo ai lati delle strade con i prezzi… beh… I prezzi che non ti spieghi… non alti o bassi… i prezzi di Napoli, diciamo… dove oggi una banana (mai comprata una, una sola banana?) Ti costa 30 centesimi e domani 3 banane ti costano 30 centesimi, ma “Te le faccio pagare 20, che tanto passi sempre da qui e so che ci vediamo anche domani”…. E i bar dove ti fermi a bere il caffè (anzi… ‘o café) e stai a parlare mezz’ora del più e del meno e ti fai consigliare dove fare la spesa, dove comprare la caffettiera napoletana “Che io non ce l’ho, ma se la lasci sul fuoco ti esplode la casa”, dove prendere la birra a poco prezzo “E se venivi ieri costava meno, vi consiglio io dove andare… lo conosco, fidatevi…” Napoli, insomma. Dove all’angolo della strada, proprio in quel localino piccolo piccolo che non gli daresti un euro, nacque la pizza margherita 100 anni fa… e devi prenotare con una settimana di anticipo perché é sempre pieno, o dove in Galleria Umberto I trovi “La Sfogliatella Mary, unica sede” (non hai visto Napoli se non ci sei andato e magari non hai mangiato anche un super – babá da 3,50 euro enorme… ma veramente colossale!!!).

La Sfogliatella Mary

La Sfogliatella Mary

I posti dove andare a mangiare, a fare shopping… sono quelli, quelli che ti consigliano loro, conosciutissimi e tipicissimi… e se non ci vai… sei proprio un turista sprovveduto che probabilmente spenderà il doppio per mangiare una pizza veramente mediocre invece che spendere 3,50 euro per una margherita da sogno da Sorbello.
Napoli è un gran casino, insomma. Ti può piacere oppure no. Avere sempre gente attorno può essere piacevole o, alla lunga, può dare un senso di insicurezza. D’altra parte c’è chi non cambierebbe Napoli con nessuna altra città al mondo. Un motivo ci sarà, no?

Riflessione sulla vacanza: Napoli… benvenuto al sud! E, quasi quasi, rimango volentieri qualche giorno in più…

Clicca qui per chiedere informazioni per la tua prossima vacanza  

–  –  –  –  –
Emilio Zanetti e Valeria Silvestrini

Emilio:+393478491683     Valeria:+393207221442
emilioevaleria@evolutiontravel.it
WEB: www.orizzonteviaggi.com
SKYPE: emilio.zanetti     valeriared