Alla scoperta del Perù: un viaggio nel tempo

“Per la scala della terra sono salito, fra gli atroci meandri delle selve sperdute, sino a te, Machu Picchu”.
Di chi sono queste parole?
Bravo! Di Pablo Neruda che ha dedicato questa poesia al Regno degli Dei del Passato: il Perù, con Oceani, montagne altissime e foreste impenetrabili che nascondono splendori inimmaginabili.
Machu Picchu è solo uno dei motivi per cui, almeno una volta nella vita, dovresti concederti un viaggio in Perù… una località mitica, che si credeva persa per sempre dopo la sconfitta degli Inca da parte dei conquistadores spagnoli. Costruita sul dorso di uno sperone di roccia, rappresenta una delle località più inaccessibili del Perù.
Non ti basta per stimolare la fantasia e pensare al viaggio?

Machu Picchu

 

Il vulcano di Arequipa

Nelle Ande Peruviane vivono ancora milioni di indios con uno stile di vita che ti riporterà indietro di qualche centinaio di anni, e parlano ancora l’antica lingua quechua… e il mito si infittisce ancora di più :-).
La foresta pluviale occupa circa la metà del paese ed è una delle più importanti al mondo. Dall’altra parte delle Ande trovi le dune dei deserti costieri e i villaggi di pescatori.
Uno dei tour che ti consiglio per apprezzare questi paesaggi così diversi, lo trovi a questo link.

Questi tessuti li troverai solo qui!

E il lago Titicaca? Mai visto in televisione o in un film? Si trova ad una altitudine incredibile: 3812 metri! Anche la superficie non è male: 8560 chilometri quadrati….e la profondità…. Beh, circa 450 metri al massimo… e ci puoi navigare in battello durante il tuo viaggio in Perù!
Il lago Titicaca è imperdibile! Ci passano tutti i tours, anche quelli con guida parlante italiano, come quello che trovi qui.
Ed arriviamo alla città di Cusco. A parte i templi da Indiana Jones: a Coricancha (un tempo era coperto d’oro!), Kenko, Puca Pucara e Tambo Machay… dove li mettiamo in ordine di misticismo, i geoglifi, o Linee di Nazca?
Sono tracciate nel terreno, in una terra arida, sono 800 circa… tecnicamente perfette e con un misterioso significato ancestrale… le rette sono lunghe chilometri ma sembrano tracciate con una mano precisa e chirurgica… un po’ insolito per l’antica civiltà Nazca, no?

Il mistero delle linee di Nazca...

Il mistero delle linee di Nazca…


E allora, da dove vengono?… ?… ?
Venuta voglia di partire?

 

Riflessione sulla vacanza: paesaggi al limite della realtà e culture misteriose e mitiche esistono ancora!

Clicca qui per chiedere informazioni per la tua prossima vacanza

–  –  –  –  –
Emilio Zanetti e Valeria Silvestrini

Emilio:+393478491683     Valeria:+393207221442
emilioevaleria@evolutiontravel.it
WEB: www.orizzonteviaggi.com
SKYPE: emilio.zanetti     valeriared