Con che occhi vedere Il Palazzo Reale di Bangkok in Thailandia

Più’ di 100 edifici che illustrano la storia della monarchia in Thailandia, e inevitabilmente anche la storia religiosa del paese. Un complesso enorme e comodissimo da raggiungere. È il Gran Palazzo Reale di Bangkok.
Ora usato in rare occasioni istituzionali dai regnanti, è più che altro meta di migliaia di turisti (e di fedeli) che vogliono raggruppare in una mezza giornata gran parte delle meraviglie architettoniche della Capitale.

Che ne dite di questo? Sufficientemente dorato?

Che ne dite di questo? Sufficientemente dorato?

Il biglietto di ingresso è di 350 baht (9 euro circa). Certamente ben spesi. Ricordatevi sempre di vestirvi adeguatamente per l’ingresso. Si tratta di edifici sacri per il buddismo, niente abiti che lascino scoperte braccia o gambe. All’ingresso comunque troverete la possibilitá di coprirvi con uno dei sarong messi a disposizione…. Facendo una lunga fila.

20130123_052235w

Ecco il Palazzo Reale. Sembra piccolo…. sembra!

Il complesso del Palazzo Reale è veramente enorme, volendo non basterebbe tutta la giornata per vederlo tutto nei dettagli. Ci sono tantissimi templi lungo il percorso interno, altari ovunque… una meraviglia. Rimarrete impressionati soprattutto dalla ricchezza architettonica tipica della Thailandia: l’oro risplende su tutti i tetti e le statue, giganteschi yaksha (giganti mitici armati che sorvegliano tutte le porte di accesso al palazzo e molte dei passaggi interni) vi controlleranno mentre passeggiate e non potrete fare a meno di fotografarli tutti: quello verde, quello rosso….
Una delle attrazioni principali è il Buddha di Smeraldo. Posizionato nel Wat Phra Kaew (Wat= tempio) sopra un altare molto alto e appena visibile tra le decorazioni dorate. Quando siamo entrati non lo vedevamo proprio. Ci aspettavamo una grande statua celebrativa del Buddha, che di solito è centrale e piuttosto visibile (la più grande in assoluto nel tempio). Il Buddha di Smeraldo si trova invece parecchio in alto ed è molto piccolo, circa 60 cm di altezza.

20130123_053715w

Valeria con il sarong davanti ad uno dei Templi

Yaksha davanti ad uno degli ingressi

Yaksha davanti ad uno degli ingressi

È fatto veramente di smeraldo? Pare di no, probabilmente di giada. Era una delle tante statuette di un tempio di Chiang Rai, nel nord della Thailandia…una delle tante statuette… di gesso. Caduta accidentalmente, ha rivelato il suo interno molto più prezioso. Succedeva spesso che venissero ricoperte in questo modo per evitare i furti.

20130123_053250w

Uno splendido dipinto nel Palazzo Reale

Il Buddha di Smeraldo è vestito di abiti regali che vengono cambiati per ogni stagione. Se viaggiate un po’ in Thailandia come noi, vedrete che molto spesso le statue sacre vengono vestite. È un importante segno di devozione per i fedeli. In questo caso è proprio il re (o ultimamente il principe) che effettua il cambio abito durante una cerimonia solenne. Ci è capitato spesso, magari vicino a qualche sperduto tempio nel nord, o vicino ai monasteri, di vedere anche alberi ‘vestiti’, soprattutto con fasce di colore arancione, vicino a qualche altare o a qualche ‘casa degli spiriti’ thailandese.
Il  Wat Phra Kaew è abbellito da splendidi dipinti murali buddisti che raccontano l’epopea di uno dei racconti più sacri della Thailandia. Molti altri templi sia a Bangkok che nel nord della Thailandia, sono completamente dipinti. Noi europei non siamo abituati a questo tipo di sontuosità, di colori e di celebrazione del sacro.

Eccoci!!

Eccoci!!

Non si tratta di quadri, o singoli dipinti…. Il tempio diventa un vero e proprio album da disegno e racconta una lunga storia, una leggenda, una sacra scrittura…
Io, personalmente sono rimasto molto impressionato dal Palazzo Reale. Pur essendo di recente inaugurazione (1782, anno in cui Bangkok diventa capitale), racconta la storia della monarchia e della religione buddista (spesso strettamente legate tra loro) e vi dá una idea piuttosto chiara di come questo popolo consideri la sacralitá e il culto. Anche se, di per sè, il palazzo è una grande attrazione turistica, soffermatevi ad osservare gli altari meno visitati, oppure gli ingressi dei templi meno frequentati, dove i fedeli pregano, bruciano incensi o offrono candele o frutta.
Sono momenti della vita vera di tutti i giorni, qui in Thailandia. Li abbiamo ritrovati spesso, sia nell’estremo nord di Chiang Rai, sia al mare a Phi Phi Island. Il fatto che siano così sentiti e partecipati anche in una Bangkok metropolitana e super- turistica, ve la dice lunga sul rapporto dei thailandesi con la fede.
Se vedete il Palazzo Reale anche con questi occhi, e non solo con gli occhi dell’obbiettivo della vostra Reflex, vi porterete a casa molto di più. Assolutamente da vedere.

 

Vedi le tappe del nostro tour!!

Clicca qui per chiedere informazioni per la tua prossima vacanza

–  –  –  –  –
Emilio Zanetti e Valeria Silvestrini

Emilio:+393478491683     Valeria:+393207221442
emilioevaleria@evolutiontravel.it
WEB: www.orizzonteviaggi.com
SKYPE: emilio.zanetti     valeriared