Cosa ho capito a Fuerteventura

Io mi sono svegliato più allegro. Non tanto perché sono in vacanza, ma perché già all’alba la giornata parte bene, proprio con una spinta ed una energia diversa. Sono a Fuerteventura, Canarie.
Il clima è quanto di meglio si possa desiderare: una perenne primavera con qualche punta di estate piena… per tutto l’anno. Si, proprio per tutto l’anno. Questo significa che festeggi il Natale al caldo, poi stappi lo spumante all’ultimo giorno dell’anno sempre al caldo, che ti puoi scordare maglioni a girocollo o a collo alto, giacche imbottite, sciarpe e guanti… per tutto l’anno. E per chi crede che il clima influisca molto sullo spirito e sull’energia, questo “piccolo” particolare influisce molto.

Beh, se l'alba influisce sullo stato d'animo, si parte bene!

Beh, se l’alba influisce sullo stato d’animo, si parte bene!

Si nota subito, già dopo pochi giorni… soprattutto in inverno, ovviamente.
Altri 100 motivi rendono le Canarie un’ottima alternativa al nostro paese, anche per permanenze molto lunghe… e anche per trasferimenti definitivi. Di tutti questi, un altro (oltre al clima) si nota subito appena esci sulla strada o passeggi per le strade di Corralejo: la vita è più… lenta. Gioiosamente più lenta. Molto più lenta di quella di una qualsiasi regione italiana, soprattutto del nord Italia. Nel mio caso, che sono arrivato a Fuerteventura da Milano, la differenza è davvero visibilissima.

Anche i piccoli incontri ti rallegrano...

Anche i piccoli incontri ti rallegrano…

Posso solo dirti che è qualcosa che si sente nell’aria… non è nemmeno la situazione economica più favorevole rispetto all’Italia… non te lo saprei spiegare confrontando cifre riguardanti gli stipendi medi, il costo del latte al supermercato o le ore di lavoro settimanali… chi parla continuamente di crisi economica italiana (e io non sono tra questi), anche qui avrebbe molto di cui parlare, ma resta il fatto che qui le persone sono più sorridenti. Non perché devono o per questione di educazione… è uno stato d’animo spontaneamente più aperto del nostro, soprattutto nelle nostre città. E si sente. Si sente già da come la barista, che questa mattina ci ha servito la colazione, ci ha sorriso e ci ha dato il benvenuto, ha parlato immediatamente italiano per scherzare con noi e ci ha consigliato simpaticamente cosa ordinare. È questione di energia, credo… E anche di presenza e di positività.

E' questione di energia e di positività

E’ questione di energia e di positività

Sarà che nel nostro paese non ce n’è per nulla, che siamo abituati a lamentarci di tutto… questo può essere capibile e non posso biasimare nessuno (o quasi)… ma forse qui alle Canarie (o in Spagna, in generale), lo stato d’animo negativo, come viene se ne va e non continua a ristagnare e non viene continuamente coltivato… magari è presenza del mare, il clima che aiuta… ma sembra tutto più leggero.

Anche alcuni particolari, contano

Anche alcuni particolari, contano

Non ho mai provato per lungo tempo la vita da “isolano”, ma lo farei volentieri, se non altro per resettarmi un po’, per rallentarmi anche solo un pochino e per avere finalmente la certezza di quanto l’ambiente esterno (oltre che le persone) influisca su di noi, sulle nostre scelte e sulla nostra tranquillità. Ma forse già so il risultato di questo esperimento… chissà!

 

Qualche informazione utile su Fuerteventura

Clicca qui per chiedere informazioni per la tua prossima vacanza

–  –  –  –  –
Emilio Zanetti e Valeria Silvestrini

Emilio:+393478491683     Valeria:+393207221442
emilioevaleria@evolutiontravel.it
WEB: www.orizzonteviaggi.com
SKYPE: emilio.zanetti     valeriared