Cosa mangiare in Thailandia

In Thailandia c’è una enorme varietà di soluzioni per sperimentare la cucina locale. Attenzione però, non pensare che in Thailandia si mangi cinese, thailandese o giapponese… è un insieme di tutto questo. La cucina ha caratteristiche comuni a quelle dei paesi confinanti: Vietnam, Laos e Birmania, ma anche di paesi poco più lontani, come la Cina. In generale, però, la cucina thailandese ha caratteristiche a sé stanti ed è riconosciuta come un’ottima cucina.

Il mercato galleggiante vicino a Bangkok. Frutta buonissima!

Il mercato galleggiante vicino a Bangkok. Frutta buonissima!

Io e Valeria non siamo né cuochi né esperti di cucina, ma ti posso raccontare la nostra esperienza personale.
Vuoi mangiare con 3 euro ed essere sazio? Puoi farlo. Vuoi assaggiare piatti particolarmente curati in un ottimo ristorante e cavartela con 10 euro? Puoi farlo. Preferisci piatti europei perché la cucina asiatica non ti è troppo simpatica? Nessun problema. Di certo non avrai nessuna difficoltà da questo punto di vista.

Il Pad Thai di Sukothai

Il Pad Thai di Sukothai

Valeria alle prese con il 'caffè espresso'....

Valeria alle prese con il ‘caffè espresso’….

A Bangkok, ma in generale in tutta la Thailandia, le persone vivono molto ‘sulla strada’. Ne abbiamo parlato anche qui. Anche se il traffico a volte è estenuante, loro mangiano tranquillamente ai bordi dei vicoli o sulle piazze. Le bancarelle sono ovunque. Se non ti infastidisce magiare all’aperto, ti assicuro che la qualità del cibo è ottima. Scegli solo le bancarelle che ti sembrano più ‘igieniche’. Noi non abbiamo avuto nessun problema di stomaco… e abbiamo provato di tutto. Troverai spiedini di ogni genere: carne, pesce, frutta, verdura… di frutta ce n’è per tutti i gusti.

20130122_182409w

Valeria alle prese con uno spiedino. Appena arrivati a Bangkok

Noi abbiamo preferito di gran lunga mango e papaia (superlativi, sempre, dovunque li abbiamo comprati) ma si trovano anche mele, ananas, jack fruit, banane quante ne vuoi. Spesso la frutta è già tagliata a fette e venduta in sacchettini. Una decina di fettine di mango… circa 20 baht (40 baht sono circa 1 euro). Per quanto riguarda gli spiedini, te li cucinano alla griglia sul momento. Io ho preferito il pollo, ma ognuno ha i suoi gusti. Alle bancarelle abbiamo anche assaggiato qualche dolce. Non se ne trovano molti (i Thailandesi amano molto il gusto agrodolce e non credo impazziscano per i dolci), ma in genere sono buoni. Noi abbiamo preso una sorta di bon bon al cioccolato con granelli di zucchero.

Che si mangia?

Che si mangia?

Ai mercati si trovano anche bancarelle che ti cucinano, al momento, dei gelati… tipo magnum. Ricoprono uno stecco di gelato con cioccolato che fondono al momento… Provalo!
In Thailandia siamo anche rimasti incuriositi dalle panetterie. Esistono! Ma, non avendo la cultura del pane, sono più che altro negozi di dolci o di prodotti da forno (asiatici, ovviamente). Molto particolari. Li trovi anche nei mercati. Per quanto riguarda primi o secondi piatti… le bancarelle la fanno sempre da padrone, almeno come quantità. Noodles, zuppe, riso si trovano dappertutto e in tutte le loro varianti. In questo caso, però, non abbiamo sperimentato. Fino a che si tratta di mangiare uno spiedino passeggiando, benissimo. Sedersi su una sedia ad una bancarella su una piazza piena di traffico, non era proprio il nostro più grande desiderio. In questo caso, meglio un ristorantino.

Una delle nostre buonissime colazioni

Una delle nostre buonissime colazioni

Generalmente sono poco costosi. Più punti sull’estetica del locale e più pagherai il tuo riso. In generale i piatti partono da 50-60 baht a salire (da 1,50 euro in su). Bottiglietta di coca cola da circa 1 euro. Certo, il ristorante sarà spartano, magari non brillerà per l’eleganza, ma se ti adatti verrai ripagato dalla qualità del cibo e dalla cortesia del personale. Se cerchi a tutti i costi piatti europei, troverai anche pizza, maccheroni, spaghetti… ma ovviamente i costi salgono un po’ e non aspettarti niente di straordinario. A Chiang Mai abbiamo trovato locali specializzati in cucina francese, italiana, o tedesca… li abbiamo evitati. Abbiamo ceduto solo quando il nostro palato ha invocato il gusto salato. I piatti thailandesi hanno spesso salse dolci o agrodolci. Ebbene sì, abbiamo anche ceduto alla tentazione Mac Donald’s… ma giusto un paio di volte per bilanciare i sapori.

Mangiando papaya sul tuk tuk...

Mangiando papaya sul tuk tuk…

Vi consiglio comunque di assaggiare il pad thai e i noodles. A voi scoprire tutte le possibili varianti. Il pad Thai di Sukhothai è particolare rispetto agli altri. Provatelo!
Se vuoi accompagnare il pasto in Thailandia con una buona birra, assaggia anche quelle asiatiche, in particolare la Singha. Costa poco e non ha nulla da invidiare alle altre. Se poi vuoi toglierti uno sfizio, assaggia il vino thailandese… Ce ne avevano parlato ma non sapevamo se crederci o meno: puoi scegliere il colore che preferisci (e non mi riferisco solo a rosso e bianco).

Bevendo Singha e Chang

Bevendo Singha e Chang

Ti hanno parlato di cavallette, formiche, bruchi…. e altre stranezze asiatiche… beh, aspetta a ricrederti. In Thailandia abbiamo visto anche quelle, ma solo in una bancarella a Bangkok. Non le abbiamo assaggiate, ma non avevano nemmeno un aspetto così malvagio…sei abbastanza temerario?

 

Clicca qui per chiedere informazioni per la tua prossima vacanza

–  –  –  –  –
Emilio Zanetti e Valeria Silvestrini

Emilio:+393478491683     Valeria:+393207221442
emilioevaleria@evolutiontravel.it
WEB: www.orizzonteviaggi.com
SKYPE: emilio.zanetti     valeriared