MALESIA… TU SEI L’OSPITE – Parte 6: Kota Kinabalu, varani e duran

E finalmente un po’ di mare!!!
Partiamo verso le 9 per arrivare al parco marino… giornata di relax (poco, ma relax).
Le isolette che visitiamo sono solo per il turismo locale, normalmente non sono zone gettonate dai turisti stranieri. Si trovano non molto lontano dalla costa e, tutto sommato, vicine al nostro hotel. In una delle isole ci diamo da fare con giochi d’acqua, che più che farci rilassare, a qualcuno di noi provocano qualche  contusione.
All’isola di Sapi, finalmente ecco l’animale di cui ogni tanto si parlava durante il viaggio: il varano.

Il Varano... simpatico, no?

Il Varano… simpatico, no?

Praticamente è il cagnolino da compagnia della zona. Immaginatevi  un rettile non proprio piccolo che si avvicina perché gli viene lanciato del cibo. E’ quello che farebbe un cane, no? Ed è proprio così: sull’isola si sta organizzando quella che noi chiameremmo Festa dell’Unità (cinese) e il varano, attirato dal cibo si avvicina senza fare nessun rumore.
Non è per nulla pericoloso, ma un certo effetto lo fa. Sembra lentissimo, ma appena ti avvicini un po’, con uno scatto si allontana. Affascinante.
Restiamo poco nelle isole e siamo costretti a ritornare in anticipo perché piove. Non è tanto la pioggia, ma il mare ingrossato che ci fa pensare a come sarà il nostro ritorno in barca. Lo riassumo in un aggettivo: bagnato. In particolare per due di noi che sono arrivati sulla terra ferma pronti per essere strizzati!!

Si mangia sulla spiaggia a Kota Kinabalu

Si mangia sulla spiaggia a Kota Kinabalu

A Kota Kinabalu visitiamo anche il mercato filippino. Frutta e crostacei si sprecano. In Malesia un frutto su tutti merita di essere citato: il duran. Come definirlo… beh, è un frutto, anche se non ha affatto il sapore di un frutto. Il gusto credo assomigli al formaggio, anche se devo confessare che non lo ho assaggiato.

Mercato filippino... quanti crostacei!!!

Mercato filippino… quanti crostacei!!!

E c’è anche un motivo. Pensate che negli hotel, e anche negli aeroporti, è un frutto vietato. Si, insomma, è vietato tenerlo in camera o nelle valigie per il viaggio. Il motivo è che ha un odore nauseabondo, una volta tagliato. E io non voglio rischiare, meglio mangiare altra frutta. Tanto qui non manca di certo.

Mercato filippino... strani frutti...

Mercato filippino… strani frutti…

Al mercato filippino faccio un acquisto molto molto femminile: mi lascio andare e compro degli orecchini di perle malesi. Costano poco e fanno la loro figura.
In Malesia non mancano i divertimenti più… giovani e noi vogliamo sentirci all’altezza. Ed ecco che, proprio in Malesia, faccio rafting!!!
Scendiamo lungo le pendici del fiume Kinabatangan, caschetto e giubbottino e via……. Certo, non sono venuta in Malesia per questo, ma ci si diverte volentieri.

 

————– TO BE CONTINUED ————-

Clicca qui per chiedere informazioni per la tua prossima vacanza


–  –  –  –  –

Emilio Zanetti e Valeria Silvestrini

Emilio:+393478491683     Valeria:+393207221442
emilioevaleria@evolutiontravel.it
WEB: www.orizzonteviaggi.com
SKYPE: emilio.zanetti     valeriared