Passeggiando sulle dune a Fuerteventura

La sensazione è quella di una strada asfaltata all’interno di un deserto… ma poi fai mente locale e ti dici che non può essere così, del resto sei solo in Europa. Dove precisamente? In una delle isole Canarie, a Corralejo, uno dei centri turistici più famosi al nord di Fuerteventura.
Il Parco delle Dune (chiamandolo con il suo nome, l’area escursionistica di El Jable), ha una superficie di ben 24 chilometri quadrati…

20140901_162519_Parco delle Dune e Grandi Spiagge (38)

Si gioca sulle dune!

e sono tanti, soprattutto se pensi a quanto strano sia guidare la macchina e vedere a destra e a sinistra della strada, dune altissime di sabbia bianca (si dice proveniente direttamente dal Sahara). Fa un po’ effetto vedere i cartelli che ti avvisano della possibile presenza di sabbia sulla strada. Non te lo aspetti perché poco prima e poco dopo, di sabbia e di dune non c’è traccia, il Parco Naturale inizia e finisce quasi in un punto preciso. Provieni dalla cittadina di Corralejo e stai andando verso il sud di Fuerteventura, magari a Caleta de Fuste, proprio come noi… quindi vai da un piccolo paese ad un altro piccolo paese… sono in realtà pochi chilometri… e la natura attorno a te cambia immediatamente da un momento all’altro.

Impressionante, vero?

Impressionante, vero?

Non puoi decidere di fermare la macchina ai lati della strada e cominciare a correre sulla cima della duna, i cartelli sono chiari e lo vietano categoricamente… è pur sempre un Parco Naturale.

Però, in alcuni punti, visto che per arrivare al mare non si possono evitare e rappresentano quasi un passaggio “obbligato”… tanto vale goderselo!

E alla fine delle dune, il mare...

E alla fine delle dune, il mare…

Il mio stupore iniziale, a parte la stranezza di avere un deserto in mezzo alla strada, a prima vista non è stato incredibile, ma solo perché (come in tutti i deserti che si rispettino) all’inizio non ti aspetti una salita così ripida e così in alto, non ti aspetti che dopo la prima duna ce ne sia un’altra… e poi un’altra ancora e poi un’altra… i 200 metri che ti separano dalla strada al mare sono davvero impegnativi e il mare si vede non prima degli ultimi metri di “scalata”.

Mica male, le Grandi Spiagge delle Dune, vero?

Mica male, le Grandi Spiagge delle Dune, vero?

All’andata, verso la spiaggia è tutto ok. Basta che cammini sempre più o meno avanti nella stessa direzione, se arrivi in quel metro di mare o in quello vicino, sempre di mare si tratta. Ma al ritorno? Al ritorno verso l’auto parcheggiata, ti vengono in mente tutti i films in cui il protagonista perde l’orientamento nel deserto e non capisce più dove è… ecco, la sensazione è molto simile. Certo, sono solo pochi metri, ma capire il punto esatto dove hai parcheggiato la macchina, non è semplicissimo. Non si tratta solo di “camminare più o meno dritti”…
La seconda cosa che ti colpisce delle dune è il loro colore. Sei abituato ai colori scuri, marroni e neri della montagna e, senza preavviso, ecco arrivare un bianco-giallo accecante che sembra estendersi all’infinito.

A passeggio sulle dune...

A passeggio sulle dune…

E allora ti lasci andare, come un bambino, a rotolarti, a scalare la montagna, ad affondare i piedi nella sabbia e a fare tante, tante foto.
E non dirai “Ok, anche questa spiaggia dell’isola l’abbiamo vista, sotto con la prossima”, perché so già (e lo saprai anche tu) che in questa in particolare ci tornerete tra pochi giorni.
Le dune sono… Irresistibili!

Riflessione sulla giornata: semplicemente IMPRESSIONANTE!

 

Qualche informazione utile su Fuerteventura

Clicca qui per chiedere informazioni per la tua prossima vacanza

–  –  –  –  –
Emilio Zanetti e Valeria Silvestrini

Emilio:+393478491683     Valeria:+393207221442
emilioevaleria@evolutiontravel.it
WEB: www.orizzonteviaggi.com
SKYPE: emilio.zanetti     valeriared